Il palazzo Comunale di Besnate

Articolo a cura di Stefano Omboni

Palazzo comunale di Besnate ad inizio 900.

Palazzo comunale di Besnate ad inizio 900.

Il Palazzo  Municipale di Besnate vanta ben 450 anni di storia. Fatto costruire nel 1551 da Ercole Visconti, giureconsulto e questore del Magistrato Straordinario di Milano. Di lui abbiamo un ritratto in una pala ad olio conservata nel transetto della chiesa di S. Martino di Besnate, alla sinistra dell’altare maggiore. Il quadro fu dipinto da un artista ancora anonimo, attivo tra il terzo e il quarto decennio del XVI secolo, noto con l’appellativo convenzionale di Maestro di Ercole e Gerolamo Visconti, dal nome dei committenti, appunto i signori di Besnate.

Pala di anonimo nella Chiesa di S. Martino di Besnate con Ercole e Gerolamo Visconti ai piedi della Madonna.

Pala di anonimo nella Chiesa di S. Martino di Besnate con Ercole e Gerolamo Visconti ai piedi della Madonna.

Nel quadro si riconosce Ercole Visconti inginocchiato sulla sinistra, mentre a destra, adorante la vergine, attorniata dai Santi Antonio Abate ed Antonio da Padova, è raffigurato il figlio Gerolamo.
Il palazzo resta la testimonianza del periodo di massimo splendore della dinastia besnatese ed era un tempo adiacente ad un vasto parco. Il salone al pianterreno, attuale sala consiliare, reca sulla volta affreschi riportati all’antico splendore da un restauro operato qualche anno fa (alcune immagini sono riportate al termine di questo articolo), di cui non si conosce né l’autore né il periodo di realizzazione. Gli affreschi riportano blasoni di origine sconosciuta, forse familiari. Sulla facciata una lapide in latino cita “Ercole Visconti Giureconsulto, Questore Urbano per trenta anni, succedendogli il figlio al settantatreesimo anno di età, provvedendo alla quiete ed ai successori, costruì questo palazzo nell’anno 1551”. All’estinzione del ramo principale dei Visconti signori di Besnate, il palazzo passa nel seicento con il matrimonio tra Eleonora Visconti di Besnate e  Ottaviano Besozzi, al ramo dei Besozzi. Il palazzo rimase residenza privata sino al 9 febbraio 1952 quando fu acquistato dal Comune per adibirlo a sede municipale, che fino ad allora, coabitava con la scuola elementare. L’acquisizione dell’allora Palazzo Mosca, consentì di ampliare l’antistante piazza Mazzini e di risistemare le scuole. Nel palazzo fu collocato anche l’ufficio postale e telegrafico, mentre non trovò spazio l’ambulatorio medico, che nel 1953 fu collocato nell’edifico di proprietà del comune posto in via Jerago, e donazione della signora Villa Virginia: la cosiddetta “Ca’ dul dutur” la cui storia abbiamo riportato in un precedente articolo.

L'antico pozzo in marmo antistante il palazzo comunale. Si noti il biscione dei Visconti.

L’antico pozzo in marmo antistante il palazzo comunale. Si noti il biscione dei Visconti.

Lo scalone principale che porta agli uffici al piano superiore del palazzo comunale.

Lo scalone padronale che porta agli uffici al piano superiore del palazzo comunale.

L'attuale sala consiliare. Sullo sfondo l'antico camino (sotto lo specchio). La volta è decorata da un pregevole affresco d'epoca.

L’attuale sala consiliare. Sullo sfondo l’antico camino (sotto lo specchio). La volta è decorata da un pregevole affresco d’epoca.

L'affresco della volta della sala consiliare prima del restauro da parte dell'azienda Vignando.

L’affresco della volta della sala consiliare prima del restauro da parte dell’azienda Vignando.

L'affresco nell'attuale splendore, dopo il restauro.

L’affresco nell’attuale splendore, dopo il restauro.

Affresco centrale della volta, verosimile allegoria di riferimento mitologico.

Affresco centrale della volta, verosimile allegoria di riferimento mitologico o del signore del palazzo.

Blasoni familiari rappresentati ai lati della volta centrale.

Blasoni rappresentati ai lati della volta centrale.

Altri blasoni familiari rappresentati ai lati della volta centrale.

Altri blasoni rappresentati ai lati della volta centrale.

Il palazzo comunale di Besnate in una foto degli anni 40, quando ancora era residenza privata.

Il palazzo comunale di Besnate in una foto degli anni 40, quando ancora era residenza privata.

Il palazzo comunale di Besnate in una foto degli anni 50. Si noti sulla destra la targa delle poste e telegrafi.

Il palazzo comunale di Besnate in una foto degli anni 50, dopo la trasformazione. Si noti sulla destra la targa delle poste e telegrafi.

Il palazzo comunale di Besnate in una foto degli anni 50.

Il palazzo comunale di Besnate in una foto degli anni 60.

Il palazzo comunale di Besnate oggi.

Il palazzo comunale di Besnate oggi.