La prima guerra mondiale a Besnate

In occasione del 100° anniversario dello scoppio della prima guerra mondiale il Comune di Besnate e la Pro Loco hanno organizzato nella sala consigliare del palazzo comunale di Besnate dal 23 maggio al 7 giugno 2015 la mostra “Prima guerra mondiale. Nel centenario dell’entrata in guerra dell’Italia”, che ripercorre gli eventi salienti della partecipazione italiana nella grande guerra. Curata dall’Arch. Angelo Puricelli, con la collaborazione di Lorenzo Guenzani, la mostra descrive in maniera sintetica, ma precisa e coinvolgente, i principali avvenimenti che si sono succeduti nei quattro anni di guerra. Con un occhio anche a quanto succedeva in quegli anni nella nostra Besnate.

mostra_prima_guerra_mondiale_02

mostra_prima_guerra_mondiale_03

 

 

 

 

 

 

A sinistra, il palazzo comunale, sede della mostra. A destra il curatore della mostra, Angelo Puricelli.

mostra_prima_guerra_mondiale_09La mostra si snoda secondo un preciso percorso crononologico, con testi e immagini d’epoca, ma soprattutto con pagine di giornale e cimeli unici. L’immagine mostra appunto alcuni cimeli dal campo di battaglia: un contenitore per la maschera antigas, con un macabro avvertimento, una borraccia ed una gavetta.

mostra_prima_guerra_mondiale_05Alla mostra era presente anche un estimatore del periodo storico vestito di tutto punto con un’uniforme, fedele replica dell’epoca. Il collezionista di cimeli e materiale bellico risalenti alla grande guerra, ha fornito molti dei pezzi esposti nella mostra.

Besnate durante la grande guerra

mostra_prima_guerra_mondiale_13Mentre sulle Alpi e Prealpi italiane orientali e nella pianura veneto-friulana si combattevano feroci e sanguinose battaglie, i Besnatesi erano impegnati nella produzione di tessuti per l’esercito. La ditta Mylius, incrementò la produzione e le giornate lavorative. Le donne si trasformarono in operaie, manovali e agricoltori, sostituendo gli uomini partiti per il fronte. L’eccessivo impegno lavorativo arrivò ad impedire la santificazione della festa, causando nel marzo 1917 un  vero e proprio sciopero, come descritto nelle cronache parrocchiali dell’epoca.

Il sacrificio dei Besnatesi sul campo di battaglia

mostra_prima_guerra_mondiale_10La guerra lasciò sul campo 650 mila italiani e quasi 1 milione di feriti. Inevitabilmente, anche Besnate pianse i suoi morti. Venticinque besnatesi, tra cui tre “ragazzi del ’99”, morirono durante le operazioni militari, o in ospedale o nei campi di prigionia.

 

 

mostra_prima_guerra_mondiale_06L’immagine a lato mostra un raro documento che celebra la memoria di uno dei caduti besnatesi, Gerolamo Pozzi. Presentato dallo stato alla memoria del caduto.

mostra_prima_guerra_mondiale_12

 

 

 

 

A Besnate, a ricordo dei caduti, l’11 novembre 1923 ebbe inizio la costruzione di un monumento, inaugurato il 13 luglio 1924.

mostra_prima_guerra_mondiale_11

 

 

 

 

 

Dapprima posizionato presso il bivio “alle quattro piante”, tra la via alla Stazione (attuale via Roma) e la strada per Arsago (attuale via Libertà), dal 1975 è collocato presso il
parco delle rimembranze di via Alfredo di Dio.

 

Chi desiderasse approfondire l’argomento può scaricare la brochure della mostra, disponibile anche in cartaceo presso la sede della stessa

Altre foto della mostra sono disponibili sulla nostra pagina Instagram